Corsa sul Pasubio nel centenario della 1^ Guerra Mondiale

Il Pasubio fu uno dei campi di battaglia tra i più tormentati della Prima Guerra Mondiale. Tra il 1915 e il 1918 il Pasubio divenne teatro di tragici combattimenti: poco meno di 100.000 soldati italiani e austro-ungarici ne abitarono le pendici, la sommità e le valli che lo delimitano, tracciarono freneticamente strade e sentieri, montarono teleferiche e acquedotti, edificarono villaggi di baracche e scavarono centinaia di gallerie. Più di diecimila di loro vi morirono: in combattimento, per malattie e incidenti, travolti da valanghe.

A 100 anni dall’inizio della Grande Guerra, per ricordare il sacrificio di migliaia di uomini e come auspicio per un futuro di pace, si svolge questa corsa nei luoghi che furono teatro di quel tragico evento. Trailers di diversi Paesi si ritrovano in pace e fratellanza per questa corsa estremamente impegnativa, lunga 100 miglia (161 km) e con 10.700 metri di dislivello, sui sentieri e le strade militari costruiti in quel funesto periodo.

duv_logo

Advertisements